"E bastava un’inutile carezza a capovolgere il mondo.”
♡♡
"Ci pensi mai a come sarà quando sarai grande?
Cosa penserai di te, di questo periodo? Potrai davvero chiamarla ‘adolescenza’? Magari tuo figlio ti telefonerà alle undici di sera, chiederà il permesso di tornare un po’ più tardi dalla discoteca, e tu sorridendo gli dirai “ma certo piccolo, torna quando vuoi”, anche se dentro di te inizierai ad immaginare ogni possibile disgrazia che potrebbe accadergli. Poi attaccherai il telefono, e subito ti tornerà in mente come tu eri da piccola: i tuoi sabati sera erano qui, su Tumblr, mentre tutto il resto del mondo se la spassava. Ah, se solo potessi tornare indietro. Se solo potessi prendere quell’adolescente pigro e insicuro che a ogni invito rispondeva dicendo “scusa, ma mamma ha detto no” e schiaffeggiarlo obbligandolo ad uscire e godersi la vita. Se solo potessi recuperare tutti quei sabati sera che ti sei persa solo perché avevi paura di essere giudicata dai tuoi coetanei, o perché volevi passarlo qui, su Tumblr. E Tumblr? Esisterà ancora, magari sarai ancora iscritta con lo stesso nick del 2014. Magari passerai ancora tutto il tuo tempo libero qui, su questo social, dove tutti sembravano capirti nei difficili anni della crescita. Magari continuerai a scorrere la home pensando a tutte le opportunità che hai sprecato in passato, e ti dannerai, perché vorrai tanto tornare ad avere 15, 16 anni, a essere libera da ogni preoccupazione. Perché poi, quando diventi adulto, capisci che tutti quei problemi che avevi da adolescente erano solo immaginari, creati da te. Il mondo era nelle tue mani, potevi essere felice se lo volevi. Ma ora no. Ora hai 40 anni, un mutuo da pagare ogni mese, figli da crescere. Ora tu non conti più. Scommetto che avresti una voglia matta di andare a sballarti in discoteca con tua moglie o tuo marito, per recuperare tutte le volte nelle quali sei restata a casa da giovane. Ma ora non puoi più. Il tuo tempo è scaduto, e quindi resti qui, su Tumblr, aspettando che tuo figlio torni a casa sano e salvo alle tre del mattino, e nel frattempo pensi, e ti chiedi se la tua sia stata davvero ‘adolescenza’.”
— (assenzadiemozioni on tumblr)
"Le notti insonni passate a pensarti.”
vento-gelido (via vento-gelido)
" Ti bacerei tanto da non sentirmi più le labbra.
quattrocentochilometri. (via quattrocentochilometri)
"Odio il silenzio, mi parla di troppe cose.”
— Kurt Cobain. (via 21giugno2011)
©